BeDimensional Group

BeDimensional – Dalla ricerca all’industria la rivoluzione del grafene


E’ passato meno di un anno dal nostro primo incontro con Francesco Bonaccorso, che ci aveva già fatto capire le grandi possibilità legate al grafene ed il ruolo di primo piano che sta svolgendo la ricerca italiana, presso il laboratori dell’IIT. Oggi alla dimensione della ricerca si sta aggiungendo quella dell’industria, con l’apertura a Genova di una nuova azienda dedicata alla produzione con metodi innovativi e con l’obiettivo dichiarato di democratizzare il grafene.

BEDimensional LogoFrancesco Bonaccorso ha trovato il tempo per una chiacchierata con TalenTour nel suo fittissimo calendario di conferenze e workshop internazionali, ed in questo secondo incontro abbiamo avuto modo di approfondire la conoscenza di BeDimensional, ma anche di parlare del recente successo della Graphene Conference di Genova, e delle prospettive di sviluppo globali di questa nuova industria.

TT PINT
Giancarlo Gaimari e Marcello Morchio di TalenTour incontrano Francesco Bonaccorso

Graphene Conference

La principale conferenza internazionale sul grafene del 2016 è stata organizzata a Genova dai Graphene Labs dell’istituto italiano di Tecnologia, ed è stato un successo scientifico ed organizzativo.

Logo_GRAPHENE16_big

Più di 700 partecipanti, dal mondo della ricerca e dell’industria, con 50 exibitors impegnati nella produzione del materiale ma anche nelle applicazioni.  Si sono visti infatti oltre ai produttori di componenti molto specializzati, anche i produttori di maglieria intima e sportiva, di cuscini riscaldanti o di pneumatici di ogni tipo, solo per citare alcune delle mille applicazioni commerciali che stanno per vedere la luce.

Molto interessanti poi gli aspetti geo-politici ed organizzativi che si sono evidenziati nella conferenza: alcune nazioni infatti si sono presentate con intero pavillon nazionale, come a sottolineare la capacità di fare sistema tra le diverse aziende ed organizzazioni. E non parliamo solo della Cina, che è leader mondiale nel numero di brevetti sul grafene, ma anche di Malesia, Spagna e Grecia.

Ma diamo direttamente  la parola a Francesco, che ha sintetizzato gli aspetti più importanti in una breve intervista a Repubblica.tv:


Al termine della conferenza internazionale si è svolto un incontro bilaterale di due giorni tra le delegazioni Italiana e Cinese. Si tratta del secondo incontro di questo tipo (il primo fu nel 2014 a Dalian) ed evidenzia l’importanza della collaborazione italo-cinese nella ricerca e nell’industria. Il baricentro del grafene nel mondo infatti è oggi spostato dall’Europa (la scoperta è avvenuta a Manchester UK, ed ha valso il Nobel per la fisica a Gejm e Novoselov) alla Cina, che vanta l’assoluta supremazia mondiale come numero di brevetti. Incontri come quello svoltosi a Genova costituiscono quindi un canale molto importante per valorizzare le eccellenze e le peculiarità Italiane ed Europee.

BeDimensional!

Sembra un’esortazione ad esplorare una nuova dimensione il nome di questa nuova azienda, che è unica nel suo genere per molti motivi.
Si tratta di una nuova startup dell’Istituto Italiano di Tecnologia, che nasce dall’esperienza dei Graphene Labs. A differenza delle altre startup nate a Morego, in questo caso insieme alla finanziaria della regione Liguria,  FILSE / Ligurcapital ed alcuni imprenditori privati italiani, l’IIT entrerà direttamente nella società, sia con fondi sia con materiali e personale esperto.

Questo è senz’altro un chiaro indice di grande fiducia nei quattro fondatori, tutti con grande esperienza nei materiali innovativi e con alla guida la giovane ricercatrice Greta Radaelli, che avevamo incontrato a luglio 2015 nel laboratorio di Smart Materials.

BeDimensional Team
Da destra: Francesco Bonaccorso responsabile della road-map sulle applicazioni del grafene all’interno della flagship grafene, la giovane CEO Greta Radaelli, Vittorio Pellegrini presidente del comitato esecutivo della flagship grafene ed Ilker Bayer (1972) ricercatore nel campo dei nanomateriali.

La sfida che attende il team è di tutto rispetto: raggiungere la capacità di produrre e commercializzare circa 20 litri di inchiostro di grafene al giorno  (400 grammi in forma solida), con un obiettivo di pareggio in 24 mesi.

A differenziare il prodotto di BeDimensional dalla già agguerrita concorrenza internazionale sarà principalmente la qualità e la purezza, garantita dai processi sviluppati negli ultimi anni proprio ai Graphene Labs, che hanno sviluppato la tecnologia lungo direzioni dettate sia dalle necessità di produzione sia dalle applicazioni commerciali.

Lo spiegano molto bene i ricercatori dei laboratori stessi nel video seguente, dove incontriamo anche Vittorio Pellegrini, e Francesco Bonaccorso, che si stanno ora impegnando nella nuova azienda.

La startup BeDimensional ha suscitato il giusto interesse dell’informazione, sia tecnologica sia economica, si trovano quindi in rete numerosi servizi. Ne abbiamo scelti due, uno al livello nazionale (Rai1 TG1 del 5 Aprile 2016) ed uno a livello locale (Liguria Business Journal, 5 Maggio 2016), e ve li proponiamo di seguito, in attesa di poter visitare direttamente il sito produttivo, che sta riaccendendo le luci sul BIC Liguria, insieme ad altre startup targate IIT.

Marcello Morchio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *