Category Archives: Talent Matching

Manini – Connected Smart Building

Manini Prefabbricati Spa è un’azienda umbra da oltre 50 anni nel mercato dei componenti e manufatti prefabbricati, da sempre sensibile ai temi di innovazione e ricerca che ha progettato Manini Connect, un innovativo sistema di monitoraggio integrato delle strutture prefabbricate in grado di rilevare le anomalie statiche e dinamiche relative alle sollecitazioni a cui è sottoposta la struttura, che si è aggiudicato il premio Digital360 Awards 2018.

TalenTour ha riconosciuto il valore di tale sviluppo d’avanguardia ed ha deciso di conferire a Manini Prefabbricati il Premio Speciale TalenTour, per la sezione PMI, alla XII edizione del premio BEST PRACTICES per l’Innovazione, organizzato da Confindustria Salerno il 6-7 dicembre 2018.

Il Premio Speciale TalenTour, da sempre finalizzato alla promozione e al matchmaking del vincitore, sia a livello nazionale sia a livello internazionale, nel caso di Manini Prefabbricati è consistito:

  • nella partecipazione ad un incontro con una multinazionale giapponese molto attenta e interessata a soluzioni IoT, avvenuto nel mese di febbraio;
  • nella possibilità di conoscere l’ecosistema tecnologico e le aziende liguri, presentando il proprio prodotto all’evento CoffeeTech del 22 Marzo organizzato da Confindustria Genova .

 

logo manini connect

Monitoraggio integrato e manutenzione predittiva

Lo sviluppo di strutture intelligenti innova il mercato italiano della prefabbricazione, aprendolo allo «smart manufacturing».

Il reale vantaggio del Manini Connect consiste nell’effettuare delle manutenzioni predittive secondo i principi della gestione intelligente delle strutture, finalizzati al mantenimento nel tempo della più elevata funzionalità dell’edificio, massimizzando l’efficacia dell’investimento effettuato.

Il sistema Manini Connect si inquadra nelle finalità previste dall’Agenda Digitale dell’Umbria e, in particolare, nella missione “Imprese ed Integrazione delle Tecnologie Digitali”. Manini Connect prevede infatti l’integrazione di sensori di ultima generazione all’interno dei principali elementi strutturali di un edificio prefabbricato in calcestruzzo armato, la trasmissione wireless dei dati al Cloud e l’elaborazione automatizzata in tempo reale per evidenziare eventuali anomalie o modifiche di comportamento della struttura a seguito di eventi straordinari naturali. Sfruttando efficacemente le principali tecnologie abilitanti dell’IoT (Internet of Things) e dell’innovazione digitale, si è pervenuti così allo sviluppo di edifici prefabbricati intelligenti e autodiagnosticanti.

 

foto connect

Manini Connect è l’esclusivo sistema di Manini Prefabbricati Spa per il monitoraggio degli edifici industriali – consente al committente di conoscere in tempo reale il comportamento dell’edificio in relazione agli eventi eccezionali, interni ed esterni, che possono investirlo e programmare interventi di manutenzione mirati e appropriati in grado di far perdurare nel tempo l’efficienza dei vari componenti strutturali.

È così possibile ottimizzare gli interventi di manutenzione di un edificio riconoscendo preliminarmente l’eventuale presenza di una anomalia attraverso l’interpretazione dei dati rilevati.

Manini connect

Manini Prefabbricati permette quindi al cliente di pianificare, in aggiunta alla manutenzione correttiva da effettuare a seguito dell’accertamento di un danno, interventi di manutenzione predittiva, ossia conseguente al rilevamento da parte del sistema Manini Connect del superamento della soglia di criticità di uno o più parametri monitorati.

Congratulazioni da parte di tutti noi di TalenTour a Manini Prefabbricati per aver saputo innovare applicando tecnologie IoT ad un settore tradizionale come l’edilizia creando l’edificio 4.0.

Boote ovvero Allevamento 4.0

Quando pensiamo a tecnologie quali IoT,  Blockchain, BigData ed AI ci viene subito in mente l’industria o la finanza, ma la loro versatilità è tale che possono essere applicate e portare benefici anche a settori tradizionali, che hanno accompagnato l’uomo dalla preistoria ai giorni nostri, come l’allevamento.

E’ quello che ha fatto BOOTE, e lo ha fatto così bene da meritarsi il  Premio Speciale TalenTour alla XII edizione del premio BEST PRACTICES per l’Innovazione, organizzato da Confindustria Salerno il 6-7 dicembre 2018.

Il Premio Speciale TalenTour, da sempre finalizzato alla promozione e al matchmaking del vincitore, sia a livello nazionale sia a livello internazionale, nel caso di Boote Srl è consistito:

– nella partecipazione ad un incontro con una multinazionale giapponese molto attenta e interessata a soluzioni IoT;

– nella possibilità di conoscere l’ecosistema tecnologico e le aziende liguri, presentando il proprio prodotto all’evento CoffeeTech del 29 Marzo organizzato da Confindustria Genova.

Ma parliamo ora di BOOTE e del suo prodotto.

imm1

Boote è una startup lucana che prende il suo nome dalla costellazione del mandriano (o Bootes in latino); è stata fondata nel Febbraio 2018 da Giovanni Pergola e Antonio Pessolani che assieme a Antonio Possidente e Ivan Cavallo rappresentano le “stelle” di questa costellazione.che si prefigge di supportare con strumenti tecnologici e innovativi l’allevamento al pascolo libero.

imm2

La mission di Boote è di supportare con strumenti tecnologici e innovativi l’allevamento al pascolo libero.

Il pascolo libero rispetto all’allevamento in stalla ha indubbi vantaggi in termini di qualità della vita dell’animale che si traducono in termini di qualità dei prodotti da essi derivati (latte e carne) che finiscono sulle nostre tavole.

Boote attraverso la sua soluzione IoT e Blockchain si prefigge due obiettivi: abbassare i costi dell’allevamento al pascolo avvicinandoli a quelli dell’allevamento in stalla e certificare la filiera perché il consumatore finale sappia veramente cosa troverà nel suo piatto.

Questa breve animazione ci dà un’idea delle problematiche da affrontare per semplificare la gestione di una mandria al pascolo e della soluzione proposta da Boote.

Boote ha sviluppato una complessa piattaforma informatica/elettronica composta da un sistema informatico centrale e da un device hardware (Boote collar).

imm3

imm4

Il collare intelligente (Boote Collar) monitora in tempo reale tutte le attività del bovino ed alcuni suoi parametri vitali. I dati vengono raccolti e inviati ad una piattaforma informatica altamente tecnologica che li elabora e li interconnette,  tramite tecniche di AI, ad ulteriori basi di dati quali ad esempio quelle delle colture arboree presenti, del meteo localizzato, di attività umane che possono interferire con l’allevamento, ecc.
I dati così elaborati rilevano la posizione lo stato di salute degli animali ed indicazione di potenziali pericoli fornendo all’allevatore indicazione sui comportamenti da adottare, analisi predittive ed informazioni per migliorare ed ottimizzare il suo lavoro sollevandolo dalla necessità di seguire in maniera continuativa la mandria.

In conclusione i dati raccolti relativi allo stato di salute delle mucche e alla qualità dell’ambiente dove effettivamente vive il bovino forniranno informazioni utili a garantire, tramite la food Blockchain creata, la tracciabilità e la rintracciabilità dei prodotti carne e latte.

imm5

Boote per lo sviluppo della sua piattaforma che ha battezzato “Mandriano 4.0” si avvale della collaborazione di associazioni di categoria quali Coldiretti Basilicata ed è fortemente interessata a sviluppi commerciali con aziende che già si occupano di zootecnia per ampliare i canali di vendita e distribuzione del sistema.

Boote ha anche interessi a costituire e consolidare rapporti commerciali con fornitori dei componenti del sistema e cioè, dei circuiti integrati, della connettività (gestori fonia e dati), dei pannelli fotovoltaici e delle batterie nonché dei servizi cloud e della stampa 3d dei Boote collar

Boote ha presentato il suo prodotto a Startup Basilicata, Potenza il 27 settembre 2018,  a SMAU Milano 23-24-25 Ottobre 2018 e alla XII edizione del premio BEST PRACTICES per l’Innovazione, Salerno il 6-7 dicembre 2018, riscuotendo  grande interesse dei presenti, incluso il nostro, che abbiamo deciso di assegnarle il Premio Speciale TalenTour come migliore Startup.

 

BPI_Boote_1

BPI_Boote_2

Di fronte a questa bella realtà, noi di Talentour non possiamo fare altro che i nostri migliori auguri per un rapido approdo di Mandriano 4.0 sul mercato.

H-Maps – Lungo il percorso del piano di sviluppo

Con H-Maps una sessione di approfondimento sul business model: il terzo matching di Smart Cup Liguria 2016

Genova, 13 Febbraio  – ecco il terzo della serie dei Talent Matching del premio TalenTour per le startup  di SmartCup Liguria . Questo e’ stato il turno di H-Maps – la start-up che si occupa dell’applicazione digitale di supporto ai pazienti durante gli iter terapeutici (qui il post relativo al Pint Of Talent relativo). Con Laura Rossi, Barbara Canesi e Stefania Scopelliti, abbiamo incontrato Sergio Paddeu, Ph.D. (Grant Programs Manager presso ESAOTE S.p.A, con esperienza nel settore biomedicale) che ha ricoperto il ruolo di advisor.

DSC07858
Barbara Canesi (Nextage) Sergio Paddeu (Esaote) Laura Rossi (H-Maps) Stefania Scopelliti (Nextage)

Continue reading H-Maps – Lungo il percorso del piano di sviluppo

Clustar vola sulle nuvole con Netalia

Clustar incontra Netalia: il secondo matching di Smart Cup Liguria 2016

Genova, 31 Gennaio  – proseguono i Talent Matching del premio TalenTour per le startup  di SmartCup Liguria . Questa volta tocca a Clustar – l’applicazione che moltiplica le performance di vendita nel settore assicurativo (qui il post relativo al Pint Of Talent relativo). Con Giacomo Vivone abbiamo incontrato Netalia, il Cloud Provider italiano, basato a Genova con clienti in tutta Italia ed in tutti i settori produttivi.

L’incontro è avvenuto con Alberto Clavarino, Direttore Generale dell’azienda e appassionato di tecnologia ed innovazione da prima che la cosa andasse di moda, ed è stato pieno di spunti interessanti  sul mercato del cloud e di proposte di supporto concreto allo sviluppo della nostra startup.

Giacomo Vivone Alberto Clavarino TalenTour
Giacomo Vivone (Clustar) con Alberto Clavarino (Netalia)

Continue reading Clustar vola sulle nuvole con Netalia

Sorvegliare l’ambiente per produttività e sostenibilità

CYNOMYS incontra Bureau Veritas – il primo matching di SmartCup Liguria 2016

Milano, 19 Gennaio – iniziamo i Talent Matching del premio TalenTour per le startup  di SmartCup Liguria  con un incontro molto interessante tra CYNOMYS (nascente startup IoT dedicata alla sorveglianza del territorio, qui il Pint Of Talent relativo)  e Bureau Veritas,  leader a livello mondiale nei servizi di controllo, verifica e certificazione per la Qualità, Salute e Sicurezza, Ambiente e Responsabilità Sociale.

L’incontro con Claudia Strasserra (Sustainability Sector Manager), Monica Riva (Environmental Sustainability Sector Manager), Eugenio Rizzi (Product development manager ICT) ci ha fatto conoscere una azienda in grande crescita che affronta la qualità sotto ogni aspetto e molto attenta all’innovazione. Il focus sul business e sulle esigenze del cliente nel caso di Bureau Veritas si traduce nella capacità di affrontare le opportunità a largo spettro e questo è stato molto utile nel fornire feedback e suggerimenti a CYNOMYS.

Da sinistra: Eugenio Rizzi e Claudia Strasserra di Bureau Veritas, Fabiana Surace e Enrico Carta di CYNOMYS
Da sinistra: Eugenio Rizzi e Claudia Strasserra di Bureau Veritas, Fabiana Surace e Enrico Carta di CYNOMYS

Continue reading Sorvegliare l’ambiente per produttività e sostenibilità