Top

LA PRIMA EDIZIONE DEL CONTEST DI WYLAB – UN BANCO DI PROVA PER CREATIVITA’ ED IDEE IMPRENDITORIALI DEL TERRITORIO

CHIAVARI – al via il primo startup contest di Wylab e Villaggio del Ragazzo organizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano. Chiavari Crea Impresa e’ stata presentata alle startup Venerdi’ 13/01 nella sede di Wylab a Chiavari.

Apertura-Chiavari-Crea-Impresa-512x384
fonte: levante news

Di fronte ai numerosi partecipanti c’erano Antonio Gozzi, entusiasta sostenitore dell’iniziativa, Sergio Campodall’Orto, docente del Politecnico di Milano a garanzia del valore del contest, e Vittoria Gozzi, Ceo di Wylab e responsabile dell’organizzazione dell’evento.

Innanzitutto il programma e le date chiave del contest

Dal 13 Gennaio sono state aperte le iscrizioni e c’e’ tempo fino al 30 Gennaio per presentare la propria candidatura compilando il form sul sito. A seguire la selezione dei progetti che verra’ completata entro il 4 Febbraio a cura del team di Wylab che si trovera’ impegnato in un tour de force visti i tempi stretti. La parte principale, quella di design thinking, e’ prevista con tre giornate di full-immersion il 4, 5 ed 11 Febbraio con la partecipazione dei tutor del Politecnico. Per chiudere infine con la premiazione prevista il 24 Febbraio quando la Giuria di Wylab e lo staff del Politecnico stabiliranno una startup vincitrice per ogni categoria.

I progetti vincitori per ogni categoria daranno il diritto di accesso a tre mesi di tutoring e incubazione presso Wylab, nel periodo Marzo – Maggio.

Queste sono le quattro le categorie in gara:

  • “Food & Turism”
  • “No-Profit”
  • “Creative & Design”
  • “Industrial”.

Per l’iscrizione ecco il link.

Gli spunti ed il clima della serata di presentazione.

Nella sua introduzione, Antonio Gozzi ricordando come il rapporto con Milano e’ strategico e fondato su una relazione virtuosa con il Politecnico, ha messo in rilievo che uno degli obiettivi che ci si pone con Wylab e’ quello di stare sul territorio e di favorire la creazione di impresa.

Il messaggio chiave e’ stato fornito da Sergio Campodall’Orto, pioniere nel creare un collegamento tra mondo della ricerca e sistema delle imprese, quando ha spiegato che la struttura e la logica dell’iniziativa adotta lo stesso format gia’ usato in altri parti d’Italia e rappresenta un importante momento per valutare le idee presenti sul territorio, per capire il loro valore ed aiutare quelle meritevoli fornendo l’indirizzo necessario per far decollare la fase imprenditoriale.

In sostanza, per passare “dall’idea alla valutazione delle opportunita’” ci saranno i passaggi opportuni per capirla e metterla a fuoco. La fase di design thinking e’ quella principale, ed il canvas business model sara’ il banco di prova per capire se sussistono gli elementi che possono portare al successo.

La fase motivazionale.

La parola e’ poi passata ai due ospiti “amici di Wylab” che sono stati chiamati a portare la testimonianza di chi “qualche tempo fa ha avuto un’idea ed oggi gestisce un’azienda di successo!”. Un esempio di ispirazione per presentare il percorso e l’esperienza di vita nel settore del fashion e design.

DSC07700

Per Maria Chiara Maggi, titolare di Magil azienda che produce e distribuisce vestiti per bambini nel mondo, tutto ruota attorno “alla scelta personale che ognuno sente in se”.

Cosi’ e’ successo anni fa quando dopo aver conseguito il diploma all’Istituto Europeo di Design di Milano, rinunciando alle proposte di stage nelle aziende della capitale della moda, ha da subito pensato al piccolo atelier. Dopo un inizio come consulente, nel 2011 ha colto la proposta di rilevare il marchio Magil, trapiantando cosi’ nel Tigullio quella che una volta era un’azienda lombarda e che ora porta avanti con passione e dedizione affrontando con tenacia le mille difficolta’.

Ma non tornerebbe indietro, perche’ ha guadagnato fiducia e stima dimostrando impegno e costanza nel suo progetto come idea di vita.

DSC07709

Alessandro Oteri, che si e’ avventurato nel mondo del design prima lavorando in fabbrica e poi dando vita ad una linea di calzature di lusso con il marchio July 1928, si e’ sempre ispirato ai valori della propria terra. Non essendo maturi i tempi nel Tigullio ha dovuto trasferirsi a Milano, ma gli elementi distintivi delle sue collezioni rimangono quelli del blu del mare, il profilo sinuoso del promontorio di Portofino, l’incedere voluttuoso delle onde.

Era il 2004 quando inizia a capire cosa serve per portare avanti un’idea. Il suo messaggio e’ quello di credere in quello che si fa. Per perseguire un’idea bisogna continuare ad andare avanti, affidandosi ai partner corretti, tra cui sottolinea quello commerciale e quello finanziario che hanno la loro importanza nella buona riuscita dell’impresa. L’idea innovativa di Alessandro e’ stata quella di realizzare un’offerta commerciale sul WEB di scarpe di alta qualita’ secondo la tradizione italiana ma in limited edition, alla portata di tutte le tasche ma non accessibili a tutti, e dove e’ riuscito a contenere il fattore prezzo alleggerendo il peso della catena distributiva.

Ricordiamo i partner (TalenTour presente!):

Banco di Chiavari (che concederà finanziamenti agevolati), Confindustria Genova (indispensabile nel creare un collegamento con le aziende), Due Energie e LCA, studio legale indipendente specializzato nell’assistenza legale d’impresa, con sede in Italia e negli Emirati Arabi Uniti, che garantirà supporto gratuito. Al loro fianco il Comune di Chiavari, che patrocina l’iniziativa, e una rete di supporter determinanti nello stimolare l’estro dei giovani: Social Hub Genova, Startup Y, TalenTour, Università degli Studi di Genova, Talent Garden, San Michele Valore Impresa e Cdo Liguria. Un concentrato di energia che “Chiavari Crea Impresa” punta a raccogliere per consentire, a tutti, di dare forma ai propri sogni.

Bottom

… e l’invito a farsi sotto:

Chiavari Crea Impresa nasce per tutti quelli che vogliono mettersi alla prova e desiderano verificare se la loro idea ha le basi per diventare un’azienda di successo.

Non servono business plan, prototipi o risorse finanziarie – l’unica cosa che conta è avere un’idea e la voglia di mettersi alla prova!

Qui tutti i dettagli nel sito dedicato e la news di WyLab .

Ed ora non ci rimane che aspettare le idee ed i progetti …

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *