Cynomys and TalenTour POT

Cynomys – Il cane della prateria che sorveglia il territorio

Cominciano i Pint of Talent con le startup premiate da TalenTour a SmartCup Liguria!

Cynomys logo - TalenTour

Ottimo risultato del primo dei quattro Pint of Talent con cui apriamo il  percorso di matching per le “nostre” startup di SmartCup Liguria. Lo scorso 2 dicembre,  abbiamo incontrato i quattro fondatori di Cynomys (Fabiana Surace, Ambra Milani, Enrico Carta e Andrea De Camilli) insieme ad un numeroso team di advisor con esperienza utile per supportare la giovane realtà premiata.

PoT TalenTour ARBO Flairbit Wesii Cynomys

Il progetto

La salvaguardia dell’ambiente è alla base delle competenze di Fabiana ed Ambra. Entrambe sono laureate in Scienze Ambientali: Fabiana è specializzate in analisi delle acque e del suolo, Ambra è specializzata in tecnologie per l’oceanografia e si è occupata di progettazione, costruzione ed installazione di sensori in acque marine libere. La componente tecnologica del team è costituita da  da Enrico ed Andrea, e dall’incontro di queste competenze è nata l’idea di strutturare un servizio di monitoraggio ambientale basato su reti di sensori.

Cynomys Team
Cynomys Team

L’idea non sembra nuova, ma come sempre succede in questi casi è la competenza sul dominio di applicazione che fa la differenza: infatti i settori da loro indirizzati hanno fino ad oggi poche soluzioni Internet Of Things nel mondo, e praticamente nessuna in Italia. Solo per dare alcuni esempi stiamo parlando di

  • Prevenzioni degli incendi boschivi
  • Gestione di allevamenti rispetto ai parametri critici per la crescita del bestiame
  • Monitoraggio di spiagge per massimizzare il benessere dei bagnanti
  • Supporto all’apicoltura per contrastare la progressiva diminuzione della popolazione delle api

Il nome della startup deriva da quello scientifico del cane della prateria (genus Cynomys), un roditore simile alla marmotta che a differenza di quest’ultima non va in letargo. I Cynomys, animali gregari, controllano il territorio ed in caso di pericolo emettono un verso caratteristico allertando tempestivamente il gruppo.

Con lo stesso concetto Cynomys si propone di organizzare un servizio di monitoraggio che il cliente potrà acquistare e scalare in base alle necessità.

La tecnologia dei sensori necessari alle applicazioni di riferimento è in gran parte disponibile, rendendo possibile decidere in base allo scenario di business se acquistare i sensori sul mercato o ottimizzarli con design ad hoc.

E’ già online il sito http://www.cynomys.it/ in cui si possono trovare i contatti principali e presto conterrà tutte le informazioni sul progetto

Gli advisor

L’obiettivo dell’incontro è identificare i principali bisogni della startup premiata, per identificare il miglior matching possibile. Durante la spiegazione di Cynomys non sono mancate le domande, basate sull’esperienza diretta delle fasi di sviluppo e crescita che la nuova startup deve ancora affrontare e le sfide che presenta un’idea innovativa sotto il profilo della proprietà intellettuale.

Ecco una breve presentazione degli Advisor, che hanno messo a disposizione di Cynomys le loro competenze ed esperienze:

  • Mauro Migliazzi e Andrea Carapezzi di Wesii  – L’azienda è incubata al WyLab di Chiavari ed è specializzata in rilevamenti su campi da gioco da parte di droni equipaggiati con sensori ad infrarossi ma non solo. Il sistema è in grado di fare una valutazione oggettiva del terreno di gara, di grande valore per le squadre e per la proprietà delle strutture.

Luca Bixio,, Matteo Parodi e Matteo Rulli, fondatori di Flairbit
  •  Giovanni Bottino di ARBO, si occupa insieme ad Andrea Arecco di proprietà intellettuale, supportando startup ed aziende di più grandi dimensioni nella gestione di marchi e brevetti.
arbo-team
ARBO’s Team

Ha fatto gli onori di casa Riccardo Montalbano del Maker’s Village,  che ha ospitato l’incontro presso i locali da poco inaugurati.

I “needs”

Le necessità di una startup innovativa all’inizio del suo percorso sono molteplici, ed il team di Cynomys è ben consapevole di quanto sia importante caratterizzare ed indirizzare correttamente il proprio prodotto o servizio. Identificare il giusto interlocutore nella catena del valore è fondamentale in ogni campo, ma diventa determinante in particolare per un prodotto “Internet Of Things” dove il prodotto, il servizio, l’analisi dei dati raccolti e la proprietà dei dati stessi si intrecciano in configurazioni complesse e spesso inaspettate.

Quale sarà quindi la proposta di matching che costituirà il premio TalenTour per Cynomys?

Stay Tuned!

Giancarlo Gaimari, Marcello Morchio

dsc07377

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *