16601820_1351596504897881_6042163258191724492_o

H-Maps – Lungo il percorso del piano di sviluppo

Con H-Maps una sessione di approfondimento sul business model: il terzo matching di Smart Cup Liguria 2016

Genova, 13 Febbraio  – ecco il terzo della serie dei Talent Matching del premio TalenTour per le startup  di SmartCup Liguria . Questo e’ stato il turno di H-Maps – la start-up che si occupa dell’applicazione digitale di supporto ai pazienti durante gli iter terapeutici (qui il post relativo al Pint Of Talent relativo). Con Laura Rossi, Barbara Canesi e Stefania Scopelliti, abbiamo incontrato Sergio Paddeu, Ph.D. (Grant Programs Manager presso ESAOTE S.p.A, con esperienza nel settore biomedicale) che ha ricoperto il ruolo di advisor.

DSC07858
Barbara Canesi (Nextage) Sergio Paddeu (Esaote) Laura Rossi (H-Maps) Stefania Scopelliti (Nextage)

Tra le parti il feeling di apertura e collaborazione e’ stato netto e trasparente ed il tema dell’incontro si e’ subito focalizzato sull’elaborazione del business e revenue model, delle opportunita’ di mercato in area medicale e degli obiettivi a breve e medio termine. Di indubbio valore sono stati quindi gli interventi di Sergio nell’intento di fornire feedback e stimoli a H-Maps.

La professionalita’ dell’advisor per H-Maps

Da subito all’opera. Dall’inquadramento societario e partnership con Nextage, alle considerazioni sulla ristrutturazione dei poli di interesse regionali per lo sviluppo del territorio, dalle opportunita’ di inserimento nei progetti di bando regionale per acquisire fondi e valorizzare le prime sperimentazioni al richiamo circa le difficolta’ delle start-up nei filoni del bio-medicale. Questi alcuni dei temi che sono emersi sotto la guida competente di Sergio. Con convinzione delle proprie idee ma anche con la consapevolezza del valore dei feedback, Laura, Barbara e Stefania hanno tenuto testa alle “provocazioni” architettate per sviscerare i punti di forza ed i punti di debolezza dell’impianto imprenditoriale su cui si basa H-Maps.

La questione principale e’ stata indubbiamente quella del revenue model, dove e’ emersa la consapevolezza che, pur avendo l’istituzione ospedaliera pubblica tra le parti principali interessate allo sviluppo del servizio proposto, il ritorno economico va cercato altrove. Su questo punto l’idea e’ chiara ed identifica il value&benefit con la raccolta del dato qualitativo riguardo le condizioni di vita del paziente durante il periodo di monitoraggio pre-durante-post terapia. Questi dati possono essere utili per centri di ricerca e societa’ scientifiche di settore che hanno la possibilita’ di intervenire sui cambiamenti dei protocolli. Inoltre la raccolta capillare indirizzerebbe come target non solo le case farmaceutiche ma anche industrie di settore per i follow-up dei loro prodotti medicali.

Prossimi passi

Da un lato l’esigenza primaria di H-Maps e’ quella di focalizzarsi sugli obiettivi del 2017 senza disperdere forze ed energie, dall’altra il flusso di proposte arrivate ultimamente per via del forte engagement nel settore clinico richiede un consolidamento ed un inquadramento delle idee in un contesto di sviluppo con tempi, obiettivi ed attori in gioco ben definiti.

Occorrono quindi azioni per capire mercato e posizionamento nel contesto del filone scienza della vita, oltre a definire assetto societario, e quali aziende vengono indirizzate.

Come primo ritorno dell’incontro di matching e’ emerso quindi l’accordo di proseguire con ulteriori elaborazioni ed approfondimenti tra H-Maps e l’advisor Sergio Paddeu.

Riportiamo inoltre tra gli step futuri la questione UX, occasione scaturita grazie all’interesse per H-Maps da parte di Marco Tagliavacche presidente di ARCHITECTA, Società Italiana per l’Architettura dell’Informazione e User Experience Design. La validazione dell’esperto di riferimento costituira’ sicuramente un plus sul percorso di maturazione del servizio offerto da H-Maps.

Per concludere ecco le parole di Laura, Barbara e Stefania che ringraziamo per gli apprezzamenti e per l’indubbio livello di determinazione con cui progrediscono con i piani del progetto imprenditoriale.

“A nome dello staff di H-Maps ringrazio Giancarlo Gaimari, Pier Luigi Polvanesi e Marcello Morchio per aver creduto in noi consegnandoci il premio “TalenTour” in occasione della Smart Cup Liguria 2016. H-Maps è una start up nata da poco che ha subito una forte accelerazione negli ultimi mesi. Le occasioni di incontro e gli spunti offerti da TalenTour ci hanno permesso di focalizzare meglio la nostra attenzione sui punti deboli del nostro business. Ma soprattutto ci hanno dato la possibiltà di incontrare persone competenti e sensibili, come Sergio Paddeu e Marco Tagliavacche, che hanno deciso di aiutarci e supportarci perchè hanno intravisto nel nostro progetto e nel nostro team un valore aggiunto. Un grazie di cuore a tutti voi!”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *