Archivio: Startup

Open YARP Workshop – July 15th 2016

English version
Translation by Paola Gatto
Vai alla versione Italiana

YARP (Yet Another Robot Platform) is the software that represents the nervous system of the IIT humanoid robots, from iCub, the robot platform spread over many research centers in the world, up to the most recent R1. With 10 years of development  behind it, YARP is launched as a highly reliable and first-class Open Source platform in comparison to other standards:  being a light, multiplatform and multiprotocol platform, it works on board the robots, on server, not to mention Android smartphone.yarp trasp

On July 15th, 2016 IIT and TalenTour offered an introductory workshop for software specialists, manager and entrepreneurs wishing to share the news about platform development. The platform stemmed from robotics, but it is ready for a wider use just at the time of most thriving hype applications on InternetOfThings. This took place just a few days before the official launch of the new R1 robot, the first humanoid robot, which was proposed as a commercial product for household applications.

TalenTour YARP Workshop team
TalenTour YARP Workshop team

Continue reading Open YARP Workshop – July 15th 2016

15 Luglio 2016 – Open YARP Workshop

Versione Italiana
Go to the English version

YARP (Yet Another Robot Platform) è  il software  che costituisce il sistema nervoso dei robot umanoidi di IIT, da iCub, la piattaforma robotica diffusa in molti centri di ricerca del mondo, fino all’ultimo nato  R1.  Con 10 anni di sviluppo alle spalle YARP si propone come piattaforma Open Source di altissima versatilità e qualità rispetto ad altri standard: leggero, multi piattaforma e multiprotocollo, funziona a bordo dei robot, su server o perfino su smartphone Android.yarp trasp

Il 15 Luglio 2016 IIT e TalenTour hanno offerto un workshop introduttivo, destinato a specialisti del software, manager ed imprenditori interessati a condividere lo sviluppo della piattaforma, che nasce nella robotica ma che è pronta ad un uso più ampio, proprio nel momento della massima crescita dell’hype sull’Internet Of Things. Tutto questo pochi giorni prima del lancio ufficiale del nuovo robot  R1, il primo umanoide proposto come prodotto commerciale per applicazioni domestiche.

TalenTour YARP Workshop team
TalenTour YARP Workshop team

Continue reading 15 Luglio 2016 – Open YARP Workshop

Wyscout e Wylab – la piattaforma del calcio ed i progetti dell’incubatore sports tech

Genova – mercoledi’ 13 Luglio – a seguito del coinvolgente pomeriggio di Giugno in sede di Wylab, abbiamo incontrato di nuovo Vittoria Gozzi per parlare a ruota libera di Wyscout e dei progetti di Wylab. Ed alla fine e’ scaturita qualche idea di collaborazione con TalenTour … ma andiamo per ordine.

Cominciamo dalle novita’

La piattaforma Wyscout e’ in continua evoluzione. wyscout

Una nuova versione e’ prevista per Luglio con varie novita’: introdotti aggiornamenti delle tecnologie SW che stanno alla base del sistema, rivisto l’aspetto grafico e soprattutto arricchita l’offerta delle funzionalita’ a disposizione di chi ne fruisce i servizi. Con piu’ di 300.000 giocatori profilati sulla piattaforma, dai video dei match analizzati in ogni singola azione e consultabili per tipo, ora lo sviluppo tecnologico sta andando verso l’analisi dei big data, le statistiche di performance ed i dati tecnici che caratterizzano calciatori e partite. Un’occhio di riguardo anche per i palinsesti delle TV con un supporto multimediale per la visualizzazione dei contenuti della piattaforma simile a quello usato per la rassegna stampa delle prime pagine.

Continue reading Wyscout e Wylab – la piattaforma del calcio ed i progetti dell’incubatore sports tech

WyLab – Chiavari

Chiavari – Fino a settembre 2015 era la sede del Liceo Classico Delpino in via Gagliardi. Recentemente e’ diventata la sede di WyLab, il laboratorio dell’innovazione, dove lo sport si fa start up.

E’ stato un pomeriggio denso di storie di successo, decisamente legate all’Italia, raccontate da persone della nostra terra. Il palcoscenico e’ stato allestito lungo il corridoio dell’ex-istituto che un tempo brulicava di teen-ager del liceo negli intervalli tra una lezione e l’altra. Ai giorni nostri tra i divanetti colorati va in scena il confronto, gli stimoli, lo sviluppo delle idee e dei prodotti destinati a rivoluzionare il mondo dello sport. E nel corso delle presentazioni dell’evento si sono intrecciati i temi del venture capital, dei modelli di business e della tecnologia, con le opportunita’ della Silicon Valley e lo stile di vita che offrono cittadine come Chiavari.

Continue reading WyLab – Chiavari

LifeTech Forum e Premio Perotto-Zucca – TalenTour a supporto delle startup

Le startup in tutto il mondo stanno fornendo una spinta decisiva per la crescita e la creazione di occupazione.
L’Italia è in ritardo, ma ha ampi margini per recuperare.
Infatti alla fine del 2015 le startup in Italia hanno superato quota 5mila. In totale sette nuove aziende innovative al giorno, se si considera che la legge sulle startup è stata approvata solo a dicembre del 2012.

Ma i numeri non rendono giustizia alle complessità che devono affrontare le nuove imprese. Anche con idee innovative, grinta ed energia serve ogni tipo di aiuto per farsi conoscere, finanziare, arrivare sul mercato e fare rete con altre startup ma soprattutto con PMI e grandi imprese. Su quest’ultimo aspetto siamo particolarmente iteressati come TalenTour, per andare nella direzione di quel concetto di “Open Innovation” che sta ancora cercando una sua via nell’industria italiana.

Startup Program Life tech Forum - TalenTour
Startup Program Life tech Forum

Ad aprile, per esempio, nell’ambito dell’evento nazionale Life Tech Forum, abbiamo partecipato all’organizzazione dello Startup Program dove sono state selezionate startup  operanti nel campo delle Life Science provenienti da tutta Italia.

logo_medio

In questo modo giovani imprese come Neuron Guard, Amyko, Captiks, Comf Tech, IVTech e Probiotic CGB hanno avuto modo di presentarsi alle grandi aziende del settore e alle realtà ospedaliere tramite un pitch e uno spazio espositivo.

PlateaL’evento Life Tech Forum ha anche ospitato la premiazione della IX Edizione del Premio Nazionale per l’Innovazione Perotto-Zucca, attirando molti esperti di innovazione e tecnologia al servizio delle Scienze della Vita.
Ed in questo contesto siamo stati invitati dal CTI-Liguria a presentare le nostre idee ed attività per le giovani startup: dal supporto al crowdfunding a quello per l’internazionalizzazione, dallo scouting tecnologico alla ricerca di partner con cui collaborare, dal networking alla valorizzazione di filiera, dalla formazione al problem solving.

LTF GG 1

Ecco la presentazione che abbiamo portato all’evento:
LTF TT PA1

Le idee e le imprese premiate dalla commissione di valutazione del Perotto-Zucca sono state presentate nella sessione finale dell’evento. Ecco una breve descrizione dei quattro vincitori:

Elisa Procopio - Naboomboo
Elisa Procopio, ritira il premo per Naboomboo

Terzo classificato: Naboomboo: naboomboo è un sito web, e presto anche app, un luogo d’incontro che permette a tutti i suoi utenti di migliorare gratuitamente le proprie conoscenze non solo linguistiche, ma anche culturali e personali, grazie al contatto con persone madrelingua. Nel gennaio 2016 il team ha sviluppato
un nuovo sito web, con l’intento di promuovere ed appoggiare nell’immediato futuro la crescita linguistica e personale di quante più persone nel mondo.

naboomboo

Andrea Caridi - Smart Rainfall System
Andrea Caridi – ritira il premio per Smart Rainfall System

Secondo classificato: Smart Rainfall System: Si tratta di un sistema
di stima e localizzazione in tempo reale delle precipitazioni, attraverso l’analisi del segnale della TV satellitare  ricevuto da comuni antenne paraboliche, per fornire mappe in alta risoluzione dei rischi idrogeologici indotti dagli eventi meteorologici estremi. Questo consente agli enti preposti di prendere decisioni ottimali, basate su evidenze precise, e intervenire opportunamente sul territorio, in maniera rapida e consapevole. L’idea è nata in Artys , spinoff all’Università di Genova dedicata ai sistemi di monitoraggio ambientale, proprio in conseguenza della disastrosa alluvione che nel 2011 ha provocato sei vittime ed ingenti danni.

Smart Rainfall System è stato anche selezionato dall’iniziativa FORUM PA Call4ideas 2015 – Startup e startupper per la PA digitale.

smart_rainfall_system

Alberto Carelli - assente Andrea Bulgarelli - Glucontrol
Alberto Carelli – ritira il premo per GluControl, in rappresentanza del proponente Andrea Bulgarelli

Primo classificato: GluControl – Tieni sotto controllo il tuo glucosio!
Scopo di questo progetto di ricerca è progettare e realizzare un sistema assolutamente non invasivo, di facile utilizzo, indossabile e a basso costo, in grado di aiutare le persone affette da diabete mellito (la tipologia più frequente della patologia) a tenere sotto stretto controllo i propri livelli di glucosio in qualsiasi momento della giornata attraverso misurazioni precise e ripetibili. I sistemi dedicati alla misura della glicemia, anche quelli più avanzati oggi sul mercato, richiedono al paziente di pungersi con un ago più volte al giorno. La proposta di GluControl si basa invece sulla variazione delle proprietà ottiche dell’umor acqueo all’interno dell’occhio al variare della gliecemia. Usando un braccialetto con luci a led controllato da uno smarthpone il paziente può misurare la glicemia senza alcuna puntura e con un sistema riutilizzabile indefinitamente che non richiede continuo acquisto di materiale medico. Con il 5% della popolazione italiana affetta da diabete, si capisce quanto sia importante l’impatto sociale di una idea così rivoluzionaria, ma che richiede molte risorse per essere realizzata. Speriamo che la vittoria del premio spinga il team ideatore del progetto a portarlo verso la realizzazione!

Si può trovare la lista completa delle startup finaliste sul sito del premio Perotto-Zucca.

 

Giancarlo Gaimari e Marcello Morchio

GENNY Mobility: Ride Your Change!

Cavalcare il proprio cambiamento. E’ uno slogan azzeccato in qualunque contesto, ma per la startup Genny Mobility ha un significato particolarmente profondo.

Significa adattarsi attivamente ad una nuova situazione, come ci ha raccontato Simone Capelli, istruttore di sollevamento pesi, parte del team della startup che ha progettato e sta commercializzando un mezzo di locomozione che chiamare sedia a rotelle è come chiamare telegrafo uno smartphone.

Marcello Simone e Giancarlo. Chi dei tre è più in forma?
Marcello Simone e Giancarlo. Chi dei tre è più in forma?

Anche se Simone non avesse aperto bocca la naturalezza con cui si muove su GENNY ci avrebbe già convinto che si tratta di una estensione del suo corpo: l’uso dell’equilibrio per spostarsi, le mani libere dalla necessità di spingere le ruote e la postura tonica parlano da sole.

Nella lunga chiacchierata poi abbiamo seguito la storia di una tecnologia nata dall’idea di Paolo Badano, che di fronte al cambiamento della sua vita causato da un incidente in moto, ha deciso di non rassegnarsi ad usare una sedia obsoleta ma di reinventare la mobilità concependo un mezzo che ha dell’incredibile. Basta pensare che Simone con la su GENNY ha percorso l’alta via dei monti liguri.

E con la storia delle tecnologia abbiamo anche affrontato la storia della disabilità, sfiorando tutte le complessità che ne derivano ma anche facendoci un’idea di quanto in questo campo ci sia da fare, per proseguire lungo la strada dell’autonomia. Si tratta di un percorso sociale che riguarda la divulgazione e la sensibilizzazione, ma anche di un percorso tecnologico e di innovazione, che nell’essere anche solo accennato ha fatto accendere diverse lampadine nelle teste dei partecipanti di TalenTour!

Targa TalenTour e GENNY

Tra i link da non perdere:

Il sito di GENNY Mobility

Il fumetto ANGOR: What is your excuse?

L’incontro con Simone, di GENNY Mobility ha seguito la visita alla Smart Polygeneration Microgrid del campus di Savona.

 

HIRIS – Da Genova in Piazza Colombo alla conquista del mondo dei wearable!

19 e 23 Febbraio: Ingegneri, informatici, designers, imprenditori e startuppers hanno incontrato Marco  Gaudina ed il team di Circle Garage, che sta portando in produzione HIRIS il computer indossabile ed espandibile disegnato progettato e prodotto in Italia.

TalenTour @ Circle Garage
TalenTour @ Circle Garage

HIRIS risponde all’esigenza di raccogliere in un solo dispositivo tutto quello che si può desiderare tra sensori, connettività e programmabilità,  E’ l’unico al mondo ed nato a Genova, ideato e brevettato e sviluppato da un piccolo team interdisciplinare.  Giovani ingegneri, designer, esperti di User Experience e grafica 3D con una visione molto chiara: realizzare un prodotto eccezionale, che competa con i giganti del consumer, progettato e prodotto totalmente in Italia.

La storia che abbiamo sentito in Circle Garage parla di tecnologia al servizio dell’uomo, di un progetto ambizioso e di tante lezioni imparate giorno dopo giorno, scoprendo un tassello alla volta il puzzle di esperienze e competenze che compone l’ecosistema in cui un’idea può germogliare e trasformarsi in un prodotto di successo. Il mercato di riferimento è ghiotto e parte dal fitness, dove già si affollano molti concorrenti, per espandersi all’Internet Of Things, l’automobile e le applicazioni industriali.

Per portare tutto ciò in produzione, dopo molti successi in competizioni di startup, il  team si è lanciato in un crowdfunding, promosso a partire dalla partecipazione al CES di Las Vegas e supportato da un incessante lavoro di comunicazione, per validare l’interesse per il prodotto e la capacità dell’azienda di raggiungere il maggior numero di finanziatori. Dal semplice “Grazie!” al preordine del prodotto in versione personale, professionale o per gli sviluppatori, tutti possiamo dare una mano, contribuendo e diffondendo!

Informazioni tecniche a non finire si trovano proprio nelle pagine del crowdfunding, compresi molti video che spiegano il prodotto in pochi minuti. Ne scelgo uno in tema alla stagione invernale!

19 e 23 Febbraio – HIRIS – Indossare il talento da Genova a Las Vegas!

Flash Tour!
Ore 18:00, 10 partecipanti, 60 minuti.

19 e 23 Febbraio 2015 ore 18, visita gratuita
Per proporre la propria partecipazione usate il

Modulo di Contatto per la visita Circle Garage

Il talento italiano produce eccellenza da indossare. Non è una novità, anzi sembra quasi uno stereotipo. Ma qui non parliamo di sartoria, parliamo di alta tecnologia nel campo del “wearable”: prodotti che si indossano e interagiscono con la nostra vita per migliorarla, sotto il nostro controllo.

HIRIS è più di un braccialetto collegato allo smartphone: è un computer indossabile, un sistema flessibile ed espandibile dalle possibilità infinite.

La presentazione ufficiale al CES di Las Vegas a Gennaio, la campagna di crowdfunding su Indiegogo, e tanto lavoro di ingegneria e design che partono e continuano proprio a Genova, nella startup Circle Garage, che apre le porte ad un gruppo di entusiasti.

Con HIRIS TalenTour propone una nuova modalità di incontro, il Flash Tour: un piccolo gruppo per un breve incontro super intensivo dove si parte da un’idea e tutto può succedere.

Si trovano molte informazioni in rete per prepararsi alla visita.  Vi proponiamo due spunti: il video del blog “Tom’s Hardware”

e la pagina del crowdfunding su Indiegogo, dove è spiegato tutto, ma proprio tutto e c’è la possibilità di contribuire a questa storia di talento Italiano.

10805554_416093725208440_1674094675943194841_n

Silicon Valley Study Tour 2014

Durante Agosto 2014 si tengono due run del Silicon Valley Study Tour: dal 15 al 23 e dal 24 al 31. Un tour de force di adrenalina pura per il cervello dei partecipanti!  Il Tour del meglio della Silicon Valley, ed in particolare delle eccellenze Italiane che hanno attechito ed avuto successo in California, è una iniziativa di SVIEC e di  La Storia nel Futuro, che dal 2005 crea opportunità, dà il via a grandi idee ed in poche parole apre il mondo ad i  partecipanti.

Wow! Tell me more!