Archivio: Waterfront

MEZZO SECOLO DI IDEE E SUGGESTIONI IN TUTTO IL MONDO

Sabato 14 novembre TalenTour ha visitato Villa Nave a Vesima, sede della Fondazione Renzo Piano e centro di una progettualità che da Genova ha raggiunto ogni angolo del mondo.

Fondazione Renzo Piano

Un gruppo di architetti, designer e creativi è stato accolto dalle dottoresse dallo staff della Fondazione, e quindi introdotto nell’Archivio Vivo, una specie di scrigno delle ultime idee e intuizioni firmate dallo staff del famoso architetto genovese.

RPBW and TalenTour

Ha introdotto la visita Giovanna Giusto che ci ha accolti nell’enorme ambiente dell’Archivio. dove abbiamo conosciuto progetti in lavorazione nei cinque continenti, inclusi i piani di opere molto vicine a noi, come la nuova torre piloti e la proposta di waterfront tra porto antico e Fiera di Genova.

Giovanna è stata così gentile da registrare per noi un breve video dove riassume le motivazioni che hanno ispirato Renzo Piano ad allestire la Fondazione:

La visita è continuata negli archivi della Fondazione tra disegni, modelli e immagini.

Un vero e proprio viaggio lungo quasi mezzo secolo, che parte dai progetti sperimentali degli anni Sessanta, passa attraverso gli anni Settanta con il Centre Georges Pompidou a Parigi, prosegue negli anni Ottanta e Novanta con il Museo Menil in Texas, l’aereoporto di Kansai in Giappone e il Centro Tjibaou inNuova Caledonia, per arrivare ai lavori più recenti come lo Shard a Londra.

Durante il tour è stato presentato anche il progetto “Blueprint”, appena donato da Renzo Piano alle istituzioni locali.

Tale progetto, definito un “rammendo” dall’architetto genovese, vuole ridisegnare il waterfront di levante, dalla calata Gadda fino alla Fiera e (scavalcando il Bisagno) fino a Punta Vagno, puntando a completare un lavoro che per le Colombiane del ’92 si era fermato ai Magazzini del Cotone e separare le riparazioni navali dalla nautica.

Grazie ancora quindi allo staff della fondazione, Chiara Bennati, Nicoletta Durante, Giovanna Giusto e Giovanna Langasco, per la grande disponibilità e pazienza nel raccogliere, gestire e mettere a disposizione del pubblico una così grande ricchezza.

Giancarlo Gaimari e Marcello Morchio