Tanks @ Reganosa

Una visita che ci ha “gasato”

TalentTour era ancora una idea in embrione, ma già io e Marcello (aka Mallibus) iniziavamo a muovere i primi passi partecipando alla 5a Conferenza Europea sul Turismo Industriale, svoltasi dal 17/06 al 20/06 a Ferrol (Spagna), una esperienza molto interessante che ci ha permesso di fare Turismo Industriale di alto livello; in particolare voglio raccontare la visita presso l’impianto di rigassificazione di Reganosa.

Vista aerea dell’impianto di rigassificazione, a destra si notano i due serbatoi di stoccaggio
Vista aerea dell’impianto di rigassificazione, a destra si notano i due serbatoi di stoccaggio

La visita è stata molto interessante, anche grazie alla competenza e passione dell’ingegnere di impianto che ci ha fatto da guida, ma andiamo con ordine.

Abbiamo iniziato in aula, dove ci è stata illustrata la filiera del gas naturale liquefatto (GNL o, LNG che è l’acronimo inglese) che consiste di quattro fasi:

  1. Estrazione gas naturale,
  2. Liquefazione,
  3. Trasporto,
  4. Rigassificazione

a cui è seguita una descrizione dell’impianto (Pensate che ciascuno dei due serbatoi ha capacità di 150’000 m3 di LNG pari a circa 90’000’000 m3 di gas e che l’impianto è in grado di fornire 3,6 miliardi di m3 di gas all’anno)

Terminata la parte teorica, assolutamente interessante, ci sono stati consegnati i DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) obbligatori per poter accedere all’area di impianto dove è iniziata la vera visita che ci ha portato in giro per tutto l’impianto, addirittura fino sulla sommità di uno dei serbatoi di stoccaggio dell’LNG.

Durante la visita l’ingegnere ha risposto a tutte le domande, incluse quelle più “spinose” sugli aspetti di impatto ambientale e sulla pericolosità, o meglio sicurezza, di un impianto di rigassificazione; anzi proprio su queste ultime è stato molto molto esaustivo e aperto.

Che dire, questa visita ci ha rafforzato nella convinzione che un Turismo Industriale di qualità può essere di grande aiuto per comprendere meglio le cose, andando oltre dei tanti bla bla che si possano trovare in rete.

One thought on “Una visita che ci ha “gasato””

  1. Grande Luca, ottima relazione. Ora sarei cursioso di contattare l’addetta alle comunicazioni di Reganosa e l’ingegnere che ci ha fatto da guida, per un feedback sul post e magari una intervista extra!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *