evento finale 1

Le migliori pratiche per l’innovazione

Ecco i vincitori dell’XI Premio BP per l’innovazione

All’evento finale del 12 e 13 dicembre, sono stati annunciati i vincitori dei prestigiosi premi nelle varie categorie

In data 12 e 13 dicembre, presso la Stazione Marittima di Salerno, progettata dall’architetto anglo-irachena Zaha Hadid, si è conclusa l’XI Premio Best Practices per l’Innovazione 2017, contest organizzato da Confindustria Salerno con 82 progetti in gara, di cui 35 aziende e 47 startup provenienti da 11 regioni italiane, oltre 50 tra sostenitori e partner dell’ecosistema, per un’offerta di opportunità alle imprese partecipanti pari ad un valore complessivo di circa 100 mila euro, ed un “Hackathon” tra le principali novità, con circa 50 partecipanti tra studenti e dottorandi dell’Università degli Studi di Salerno, si e’ concluso il programma dell’XI Premio Best Practices per l’Innovazione 2017.

25188763_1758923174142290_9131200111841717373_o

Talentour era presente all’evento insieme ad Arbo, intervenuti dalla Liguria come partner e membri dei 2 Comitati Tecnico Scientifici per progetti imprese e progetti start-up.

Ecco l’intervista rilasciata da TalenTour al Premio BP:

 

Passiamo in rassegna i vincitori partendo da quelli principali.

Vince ACCA Software, con una piattaforma che rivoluziona le procedure edilizie, mentre per la categoria “UpStart Paolo Traci” vince Cinemagica. Premio speciale Comitato Tecnico Scientifico allo spinoff dell’Università di Salerno GENOMix4life.

Quelli selezionati da Talentour.

La presenza di Talentour si e’ tramutata nell’offerta di 2 premi speciali, per i quali sono stati selezionati:

  • per la categoria impreseCredimi Srl  che ha presentato il progetto “Credimi SPA – startup innovativa fintech”;
  • per la categoria startupGraffiti For Smart City Srl che ha partecipato con il progetto “Graffiti For Smart City”.

premi TT

Credimi è un nuovo prodotto finanziario digitale che grazie alla tecnologia permette di rendere liquido il capitale circolante in 48 ore. Qualsiasi fattura verso aziende italiane può essere presentata per l’anticipo online senza inviare o compilare alcun documento, e senza muoversi dal proprio ufficio.

Tra le motivazioni che hanno guidato Talentour in questa scelta va evidenziato per Credimi l’intento di dare risalto a chi si sta impegnando in un settore come quello del Fintech dove la tecnologia dell’informazione (ICT) applicata alla finanza oggi offre prospettive di crescita sempre più interessanti, dove giovani di talento riescono a mettere insieme competenze complementari riuscendo cosi’ ad ideare servizi sempre piu’ avanzati ed innovativi.

Graffiti For Smart City è un progetto ideato per riqualificare spazi urbani in disuso, trasformando questi posti in nuove piazze, nuovi luoghi d’incontro, per gli abitanti e per attrarre nuovi visitatori.  Luoghi anonimi e disabitati, trasformati i nodi di una rete internazionale, creata con l’interazione degli utenti in rapporto con le opere d’arte, creando una smart wall.

La scelta di  Graffiti For Smart City e’ guidata dall’originalita’ che contraddistingue l’abbinamento delle competenze tecnologiche in mano alle due realta’ imprenditoriali da cui scaturisce il progetto. Da un lato la specializzazione nella produzione di bio-piastrelle, dall’altro la realizzazione di un software con tanto di brevetto internazionale il cui mix ha consentito di ideare mosaici intelligenti sotto forma di “smart wall” basati su sensori ed intelligenza artificiale per progetti di riqualificazione di spazi urbani in disuso.

Il premio offerto da Talentour e’ costituito da un servizio di match-making con caratteristiche tali da indirizzare i bisogni / aspettative che emergeranno durante un incontro conoscitivo con le persone di riferimento delle due realta’ imprenditoriali. L’obiettivo prefissato e’ quello di creare opportunita’ per lo sviluppo dei progetti premiati in linea con quanto gia’ organizzato da Talentour in altri contest del territorio regionale.

Ecco invece la sintesi completa con tutti i vincitori nelle varie categorie ad iniziare dal vincitore assoluto.

Un’azienda di Avellino conquista l’undicesima edizione del Premio Best Practices per l’Innovazione. Il comitato tecnico scientifico della manifestazione, organizzata da Confindustria Salerno, ha assegnato il primo premio della sezione aziende ad ACCA SOFTWARE, per aver sviluppato un sistema con piattaforma usBIM in grado di rivoluzionare il modello di filiera dell’edilizia. Seconda classificate: Smilesys Spa, azienda di Milano che ha presentato un progetto che migliora il sistema per la chiusura delle vaschette top in plastica, integrando la sostenibilità ambientale di un film sigillante in PET con la praticità di un coperchio richiudibile; Inci.Flex  (Salerno),per aver ideato e realizzato il sistema Easy to Plate Four, il primo modulo completamente automatizzato per la realizzazione di lastre flesso grafiche. Terze classificate:RAM Elettronica (Andria – Bt), con un sistema innovativo capace di rilevare le imperfezioni nella produzione della pasta; Eusoft  (Bari), premiata per “Cloud Laboratory Informatics”, progetto che ha prodotto numerosi vantaggi, quali validazione e rintracciabilità dei dati, per il laboratorio Centrale della Granarolo, la più importante filiera italiana del latte.

Per la categoria “UpStart Paolo Traci” vince la startup Cinemagica di Bari, che ha sviluppato un progetto finalizzato a rendere l’esperienza dell’utente- spettatore sempre più emozionante e coinvolgente grazie alle tecnologie Virtual Reality a 360 gradi. Seconde classificate l’abruzzese LF System, con una porta antisismica certificata in grado di salvare vite umane in caso di calamità, e la salernitana Softmining, per un progetto rivolto alle case farmaceutiche che mira a migliorare, mediante l’utilizzo di sofisticate tecniche di calcolo,  l’efficienza e la precisione con la quale si può valutare la potenziale tossicità di una molecola. Terze classificate: DIFLY di Reggio Emilia, per aver progettato e brevettato Elysia, un innovativo drone con alimentazione fotovoltaica ed altissima autonomia di volo capace di svolgere un gran numero di funzioni: videosorveglianza, ricerca dispersi, controllo inquinamento marino e costiero, monitoraggio salute gasdotti; AUTHENTICO di Napoli, un’app gratuita per gli smartphone capace di aiutare i consumatori a riconoscere i prodotti agroalimentari autentici Made In Italy.

Banca Sella, partner dell’ecosistema, ha premiato Acca Software per la sezione imprese, Nanotech Liposomes di Salerno e Domec di Milano per la sezione “UpStart Paolo Traci”. La banca offrirà servizi di consulenza specialistica in materia di Finanza di Impresa e 3 mesi di coworking gratuito nella sede del SellaLab più vicina.

Telecom, che inserirà i partecipanti selezionati nel proprio asset distributivo, ha premiato 3d RAP di Avellino Nuceria Group di Salerno tra le imprese e Medea di Potenza tra le startup.

Il Premio Web, sezione imprese, è andato a Dasir Tech, azienda napoletana già presente sul mercato che ha sviluppato Speffy, una piattaforma online che mette in contatto sportivi, palestre ed istruttori. Nella categoria startup, gli utenti hanno espresso la loro preferenza per Hearth Switch di Aversasistema di biodomotica che permette di governare le apparecchiature elettriche di una casa sulla base dei segnali elettrici provenienti dal cuore.

Siamo molto felici per l’esito della manifestazione – sottolinea Edoardo Gisolfi, Presidente del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno – Nel corso della due giorni abbiamo registrato una partecipazione di oltre mille persone provenienti da tutta Italia. Inoltre, migliaia di persone hanno seguito il premio sui canali social ufficiali, Facebook e YouTube. Non è stato facile scegliere un progetto vincitore. Negli anni il livello qualitativo dei partecipanti si è alzato molto. Un’altra nota positiva è stato l’hackathon, che ha visto la partecipazione di circa 50 studenti dell’Università. La parola d’ordine, ancora una volta, è stata contaminazione. Anche grazie al Premio, Salerno sta diventando un riferimento nel Mezzogiorno per quanto concerne l’innovazione.”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *